cultura positiva

Pigrizia Aziendale: come eliminarla dalla tua azienda

cultura aziendaleSii sincero: quante volte ti è capitato di accorgerti che la stampante in ufficio era rotta? Sicuramente tante volte. Lo stesso vale per le volte in cui non hai fatto nulla per risolvere il problema. Questo scenario è molto comune ed è una classica situazione di pigrizia aziendale.

Pigrizia aziendale: qualche informazione

La pigrizia aziendale è uno dei maggiori colpevoli della bassa produttività nei gruppi di lavoro. Nello specifico, si tratta di un fenomeno che vede persone che lavorano in gruppo apportare un contributo minore rispetto a quanto farebbero lavorando da sole.

Ritornando all’esempio della stampante, nei casi in cui un determinato numero di persone può assumersi la responsabilità di riparare la stampante, una percentuale di questi individui presupporrà che qualcun altro deciderà di completare l’attività.

Alcuni ricercatori hanno concluso che questa diffusione di responsabilità è dovuta alla diminuzione della pressione sulle singole persone. Le dimensioni di gruppo più grandi, infatti, implicano uno sforzo minore per il singolo individuo. La teoria dello sviluppo dei gruppi ha dimostrato che le persone affrontano i compiti in maniera diversa a seconda della qualità delle relazioni con i colleghi.

Entriamo ora nello specifico, parlando del caso di un imprenditore che si impegna a combattere la pigrizia nella sua azienda. Facciamo riferimento a Michael Pryor, confondatore di Τrello che, in diverse interviste, ha dichiarato che, nel corso delle riunioni aziendali, riprende spesso il mantra “Do Not Do Nothing”.

Cerca di renderlo molto chiaro, dal momento che crede nell’impegno dei suoi dipendenti a prendere decisioni per se stessi.

Dopo questa doverosa premessa, viene naturale chiedersi quali siano i passi pratici da seguire per raggiungere risultati validi. Eco i principali.

  • Dai fiducia al tuo team: la sconfitta della pigrizia aziendale passa dalla concessione della fiducia ai membri del proprio team. Come dimostrano numerose ricerche – qui i dati di una di Gallup – dare fiducia alle persone con cui si lavora è il miglior modo per accrescere coinvolgimento e soddisfazione. Per un imprenditore può non essere facile cedere il controllo ad altri, ma bisogna prendere in considerazione che, da soli, è impossibile scalare un’attività. Circondarsi di persone valide e delegare loro dei compiti con fiducia è il miglior modo per avere successo.
  • Passa dalla teoria alla pratica: ovviamente è fondamentale passare dalla teoria alla pratica. Un consiglio molto utile al proposito consiste nel creare degli strumenti collaborativi online per permettere a ogni singolo membro del team di segnalare ciò che trova di anomalo in un articolo o in una presentazione.
  • Ricorda che non puoi stare dietro a tutto: può essere opprimente, specialmente in una piccola azienda, pensare di dover correggere ogni errore con cui ci si scontra. Ricorda: se tutti fossero reattivi nell’affrontare i problemi, il risultato sarebbe una mancanza di concentrazione!
  • Dai alle persone la possibilità di non agire: non serve concentrarsi solo sulla galvanizzazione dei dipendenti e sull’invitarli all’azione. Bisogna infatti dare loro anche la possibilità di non agire se pensano che sia la strada giusta. Bisogna, man mano, entrare nell’ottica che se qualcuno ha visto un problema e decide di non parlarne, vuol dire che ritiene che sia la scelta migliore. Se si vuole migliorare la produttività, infatti, bisogna capire che esistono modi di pensare alternativi.

 

 

Condividi questo Articolo

Post Navigation

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Articoli Collegati

Telelavoro

Il lavoro oggi si svolge sempre di più in remoto. I cambiamenti in merito hanno e potranno ancora far sorgere dei dubbi a chi è indeciso se adottare o meno tale strada. Per fortuna che a confermare l’efficacia del lavoro in remoto ci pensano diversi esempi di realtà aziendali di primo piano. Quali sono? Vediamone assieme alcune. Buffer: l’azienda legata al tool per social…

Manager

Abbiamo bisogno di servizi bancari, ma non abbiamo più bisogno delle banche – Bill Gates 1997 I prossimi anni vedremo cambiamenti radicali nel mondo delle Banche e Risparmio Gestito. Si stima che più di 90 trilioni di dollari siano oggi distribuiti in contanti, mercati valutari e conti correnti. Nel 2018 solo l’8% è costruito da…

Presentazioni Efficaci

Poco dopo il suo ritorno in Apple nel 1997, Steve Jobs ha tenuto una presentazione riservata ai dipendenti dell’azienda nella Town Hall del campus di Apple. Si è trattato di un riferimento importante nell’ambito delle presentazioni efficaci, di un discorso che ha permesso ai dipendenti di capire a che punto fosse l’azienda e dove si…